Homepage » Una nuova cucina per l’ospedale S. Vincenzo di Dinajpur

Una nuova cucina per l’ospedale S. Vincenzo di Dinajpur

U

K802

Bangladesh
Padre Brambilla
€17.455

2.800

pazienti dell'ospedale

126

membi del personale sanitario

Progetto

L’ospedale San Vincenzo di Dinajpur è stato fondato nel 1957 da p. Antonio Bonolo, missionario del Pime. Nel corso degli anni, con l’aumentare dei pazienti, l’ospedale si è attrezzato per offrire un’assistenza medica sempre più di qualità. Attualmente ci sono ambulatori per visite ordinarie e specialistiche, compreso il reparto maternità, rinomato nella zona, e di fisioterapia. L’ospedale è anche dotato di sale operatorie e ha al suo interno anche cucina, lavanderia e reparto manutenzione per garantire un servizio di qualità e un ricovero agevole ai pazienti. A fianco dell’Ospedale San Vincenzo, è presente una scuola di infermieristica che conta 160 studenti, di cui 80 ospitati nell’ostello dell’ospedale.

La cucina impiega 8 persone, che quotidianamente preparano 450 pasti per i pazienti, il personale dell’ospedale e gli studenti della scuola che alloggiano all’ostello. Il progetto mira a migliorare quest’area fondamentale dell’ospedale, realizzando una nuova cucina industriale che sia a norma e garantisca pasti sani, igiene e sicurezza.

Swiper released under MIT license, Copyright (c) 2019 Vladimir Kharlampidi

Obiettivi

Costruire una nuova cucina per l'ospedale
Migliorare le condizioni igieniche della struttura
Country image

Bangladesh

Il Bangladesh è un paese dell’Asia meridionale che conta 165,9 milioni di abitanti, distribuiti Lungo i fertili terreni della pianura del bacino del fiume Gange. L’88% della popolazione è di religione islamica, l’8,5% induista e lo 0,3% cristiano, e la maggior parte vive in villaggi rurali dedicandosi all’agricoltura.

L’economia del paese dipende ancora largamente dalla produzione agricola. Il Bangladesh, indipendente dal 1949, ha una situazione politica ancora instabile, con frequenti tensioni soprattutto di carattere etnico. I missionari del PIME sono presenti nel Paese dal 1855, nelle diocesi di Dhaka, Dinajpur e Rajshahi.

Responsabile progetto

Padre Brambilla
Missionario del Pime
Padre Michele Brambilla, originario di Vimercate, ha lavorato in Bangladesh per tutta la sua vita missionaria, quasi ininterrottamente dal 2006.

ALtri progetti

Programmi educativi e di riabilitazione per i giovani con disabilità di Phrae

K826

Thailandia

Padre Arioldi

Comunità inclusive per tutelare i diritti dei bambini con disabilità

K838

Myanmar

Padre Maggi

Assistenza sanitaria per famiglie in difficoltà

K797

India

Padre Elson

Centro San Giuseppe di Phrae

M002

Thailandia

Padre Arioldi