Homepage » Inclusione sociale dei migranti birmani e insegnamento della lingua Thai

Inclusione sociale dei migranti birmani e insegnamento della lingua Thai

U

K822

Thailandia
Padre Pavesi
€11.194

150

adulti integrati

50

famiglie

Progetto

La città di Chiang Rai, al confine col Myanmar, è diventata negli ultimi anni un crocevia per molti migranti che arrivano in Thailandia in cerca di una vita migliore. Il numero è in continua crescita in conseguenza di quanto sta vivendo il popolo Birmano (Myanmar) dopo il colpo di stato e le repressioni: le famiglie scappano in cerca di più sicurezza e stabilità o per cercare il ricongiungimento familiare.

Quasi sempre chi arriva illegalmente in Thailandia non trova lavoro, e anche quando lo trova è mal pagato, i bambini non hanno accesso all’istruzione, gli ammalati e gli anziani non hanno assistenza sanitaria e spesso sono abbandonati. Queste persone vivono nel “limbo” dell’illegalità e sono messi ai margini della società in quanto poveri e diversi.

Da qui nasce il progetto di p. Raffaele, volto all’inclusione sociale delle famiglie migranti attraverso la formazione linguistica agli adulti. Oltre a corsi di lingua per adulti verrà garantito sostegno e formazione anche ai bambini affinché conoscano meglio la cultura e la lingua thailandesi, senza rinnegare le loro origini.

Swiper released under MIT license, Copyright (c) 2019 Vladimir Kharlampidi

Obiettivi

Favorire l'integrazione delle persone immigrate nella società thai
Sostenere l'apprendimento della lingua attraverso corsi per bambini e adulti
Country image

Thailandia

La Thailandia è uno Stato del sud-est asiatico, l’unico dell’area a non essere mai stato colonizzato da una potenza straniera. Il Paese, grande poco più di una volta e mezza l’Italia, conta una popolazione di circa 70 milioni di abitanti e numerosi gruppi etnici che includono il più grande gruppo Thai e le cosiddette “tribù delle colline” del nord.

Nel corso degli ultimi 30 anni il Paese ha avuto dei progressi socioeconomici molto rilevanti che hanno portato a una parallela riduzione del livello di povertà: dal 65,2% nel 1988 al 9,85% nel 2018. Tuttavia, negli ultimi anni la crescita economica ha avuto un arresto e il livello di povertà è di nuovo aumentato.

Responsabile progetto

Padre Pavesi
Missionario del Pime
Nato a Milano nel 1974, p. Raffaele Pavesi è stato ordinato nel 2001. Dal 2003 si trova in missione a Chang Rai, Thailandia, dove fornisce assistenza soprattutto a bambini e giovani.

ALtri progetti

Acqua potabile per le donne della comunità di Golao

K841

Ciad

Fratel Mussi

Acqua potabile per le donne del Guerà

K840

Ciad

Fratel Mussi

Contrasto a dispersione scolastica ed emarginazione sociale in Tunisia

K815

Tunisia

Fratel Monti

Formazione per bambini e giovani con disabilità

K814

Camerun

Padre Fenaroli