Homepage » Blog » Aleppo. Un sorriso tra le macerie | Finis Terrae

Aleppo. Un sorriso tra le macerie | Finis Terrae

Nadine Khoudary ci porta tra le macerie siriane per scoprire le storie di coraggio e di speranza all’interno di una comunità ferita

Nadine Khoudary era giovanissima quando la guerra siriana investì Aleppo: in questi 12 anni ha conosciuto gli orrori del conflitto e sperimentato gli effetti di una crisi economica che ha spinto alla fame il 60% della popolazione.

Cristiana, oggi psicologa impegnata come educatrice nella parrocchia latina, Nadine si trovava in casa quando, nella notte tra il 5 e il 6 febbraio, la terra ha tremato, gettando di nuovo nel terrore la città un tempo più fiorente e cosmopolita del Paese. Il suo racconto a “Finis Terrae. Storie oltre i confini” ci porta tra le macerie siriane per mostrarci le storie di coraggio e di speranza all’interno di una comunità ferita.

Emergenza terremoto in Siria e Turchia

Fondazione Pime è al fianco di Caritas in Turchia e Associazione Pro Terra Sancta Network in Siria. Aiutaci a sostenere le loro opere in favore della popolazione turca e siriana gravemente colpita dalla violenza di questo terremoto.

Articoli correlati

Padre Giovanni Demaria e la mistica in Africa

Perché un doposcuola insegna l’amore (e cosa fanno a Time Out)

No alla tratta