Homepage » Attività culturali e aggregative per i giovani di Algeri | El Jisr

Attività culturali e aggregative per i giovani di Algeri | El Jisr

U

K671

Algeria
padre Piero Masolo
€ 60.000
check

250

famiglie

5

quartieri

Progetto

l progetto “El Jisr” ad Algeri mira a promuovere l’inclusione e lo sviluppo giovanile attraverso attività formative e culturali. Realizzato da due missionari laici dell’Associazione Laici Pime (ALP) in collaborazione con associazioni, centri culturali e biblioteche locali, il progetto coinvolge giovani algerini, studenti universitari sub-sahariani e la comunità italiana residente.

Obiettivo principale del progetto è rendere i giovani protagonisti del bene comune nella loro società, promuovendo temi come mondialità, intercultura e sviluppo sostenibile tramite teatro e musica. La famiglia La Loggia, inviata dall’ALP, coordina queste iniziative, favorendo scambi interculturali.

Le attività comprendono momenti di aggregazione e formazione, rivolti a 240 ragazzi del progetto “El-Jisr”, 40 studenti della Cappellania universitaria e 70 giovani e famiglie della Cappellania italiana. Indirettamente, il progetto beneficia 900 adulti, 250 famiglie e 5 quartieri di Algeri. Queste iniziative creano opportunità di crescita e dialogo tra diverse culture, contribuendo a un futuro più inclusivo e sostenibile.

Swiper released under MIT license, Copyright (c) 2019 Vladimir Kharlampidi

Obiettivi

Programma culturale e interculturale

Sessioni di formazione e atelier nell’ambito dell’intercultura, del teatro e della musica, scambi culturali a livello nazionale ed internazionale, organizzazione di eventi e spettacoli teatrali in collaborazione con partner locali.

Cappellania universitaria di Algeri

Attività formative per gli studenti, laboratori e atelier interculturali, scambi con giovani algerini, sostegno psicologico e accompagnamento settimanale, uniti a momenti di convivialitá.

Country image

Algeria

L’Algeria è il più vasto stato africano per superficie, ma gran parte del territorio è “occupato” dal Sahara. Economicamente, il Paese dipende fortemente dagli idrocarburi, ma la volatilità dei prezzi del petrolio ha causato difficoltà finanziarie, che a loro volta hanno generato malcontento e proteste popolari frequenti contro la corruzione e la mancanza di riforme democratiche. Negli ultimi anni l’Algeria si è trovata ad affrontare anche tensioni dovute alla disoccupazione giovanile e alle disparità regionali.

Responsabile progetto

padre Piero Masolo
Missionario del Pime
Padre Piero Masolo è stato destinato all'Algeria nel 2014, tra i primi missionari del Pime ad arrivare nel Paese nordafricano, dove ha lavorato fino al 2020.

ALtri progetti

Solidarietà per i più poveri di Zamboanga

K731

Filippine

padre Sebastiano D'Ambra

Avviamento al lavoro per persone con disabilità in Cina

K565

Cina

padre Franco Bellati

Un pozzo per Ankarako, Ciad

K852

Ciad

Fratel Mussi

Assistenza sociale e animazione missionaria a Ibiporã

K851

Brasile

PADRE BRAMBILLA