Homepage » Blog » Vivere e rilegare

Vivere e rilegare

Padre Alberto ci racconta dei suoi primi tempi in Cambogia, quando veniva portato al cospetto dei malati anche più gravi con la speranza che potesse guarirli
Nei primi tempi in Cambogia padre Alberto viaggiava per i villaggi e spesso gli abitanti lo portavano al capezzale di malati. Alcuni erano affetti da patologie molto gravi, alcuni da mali incurabili.
 
Ma se non si poteva guarirli, di certo si poteva curarli.

Articoli correlati

Dialogo: l’arte di amare le differenze

A fare memoria ce lo insegna la Bibbia

Gioire di una grande gioia fortemente | Secondo le Scritture