Inferno Afghanistan

Voci da un Paese martire

Sede

Basilica di Sant'Ambrogio, Milano

Data / Ora

15.12.2021

21:00 - 22:30

con suor Shahnaz Bhatti, suora della Carità di Santa Giovanna Antida, fuggita da Kabul
e altre testimonianze

Il silenzio è il miglior alleato della violenza e dell’oppressione. Una serata in ascolto delle voci dell’Afghanistan martoriato; voci di chi è riuscito a fuggire miracolosamente, ma ha lasciato le proprie famiglie e la propria gente in balìa del sistema di terrore dei talebani.

Nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano, le testimonianze drammatiche di suor Shahnaz Bhatti, suora della Carità di Santa Giovanna Antida, già responsabile del Centro diurno per bimbi disabili mentali a Kabul, partita precipitosamente con alcune famiglie di operatori; Mirwais Azimi, docente universitario di Herat, fuggito con la moglie e ospite della Casa della Carità a Milano; Najma Yawari, studentessa, arrivata in Italia da Lesbo con i corridoi umanitari della Comunità di Sant’Egidio. Ma anche quella di una famiglia cristiana di Kabul perseguitata per la propria fede.

Il programma

Saluti: mons. Carlo Faccendini, abate di Sant’Ambrogio.
Introduce: Michele Brignone, direttore della Fondazione Oasis.

Testimonianza di: suor Shahnaz Bhatti, suora della Carità di Santa Giovanna Antida, fuggita da Kabul.
Interventi di: famiglia cristiana arrivata in Italia grazie alla Fondazione Meet Human;
Mirwais Azimi, docente universitario di Herat fuggito con la moglie, ospite della Casa della Carità a Milano;
Najma Yawari, studentessa, giunta da Lesbo con i corridoi umanitari della Comunità di Sant’Egidio.

Conclusione di: Luciano Gualzetti, Caritas Ambrosiana: Oltre l’accoglienza.

Musiche: Duo Masala.

Questo incontro è parte del “Cantiere” in preparazione al Festival della Missione di ottobre 2022.